esagono nero.svg
rcsport-logo
rcsport-logo
search icon
ezgif.com-animated-gif-maker (8)

Il quotidiano online dello sport a Reggio Calabria e Provincia.

Associazione di promozione sociale Onlus EMITI.

Legale rappresentante Ornella Derna.
Direttore responsabile Rocco Calandruccio.

MAIN SPONSOR

ezgif.com-animated-gif-maker (8)
scarica-app-android-small-696x114

facebook
instagram
whatsapp
tiktok

2023 © RCsport.it - Tutti i diritti riservati. Associazione di promozione sociale Onlus EMITI. Reg. Trib. Palmi n° 1/18. Realizzato da VOLGO Agenzia Pubblicitaria

Il Luigi Ferraris… lo stadio più longevo d’Italia

2018-08-18 18:18

Francesco Lacquaniti

CALCIO, STORIE DI SPORT,

Il Luigi Ferraris… lo stadio più longevo d’Italia

Un piccolissimo omaggio alla città di Genova, definita dal poeta Francesco Petrarca “la Superba”, in un week end nel quale tutto il calcio giocato avr

Un piccolissimo omaggio alla città di Genova, definita dal poeta Francesco Petrarca “la Superba”, in un week end nel quale tutto il calcio giocato avrebbe dovuto fermarsi…

Genova, domenica 22 gennaio 1911, settima giornata d’andata del campionato di PRIMA CATEGORIA 1910-11 girone eliminatorio ligure-lombardo-piemontese. Agli ordini dell’arbitro Radice di Milano si affrontano il Genoa e l’Inter.

Genoa: Marchetti, Storace, Murphy, Ferraris, Bauer, Mariani, Gosweiller, Hurni, Davis, Talleson.

Inter: Campelli, Zoller, Streit, De Violini, Fossati, Moretti, Payer, Peterly, Engler, Aebi, Winter.

Questi furono i calciatori affrontatisi nel primo incontro ufficiale disputatosi presso l’allora campo di Via del Piano di Genova i cui lavori per l’edificazione ebbero inizio nel 1909 concludendosi due anni dopo. La partita vide prevalere l’Inter 2-1 che, con Peterly ed Engler, ribaltò l’iniziale vantaggio dei grifoni con Davis ma, l’irregolare tesseramento di un calciatore dei meneghini, ne sancì la sconfitta a tavolino.

La domenica del primo gennaio 1933, per celebrare il quarantesimo anniversario del Genova, che per l’occasione affrontò in amichevole gli svizzeri dello Young Boys prevalendo 3-1, il campo di Via del Piano venne intitolato a Luigi Ferraris, calciatore e capitano del Genoa caduto durante la Grande Guerra e insignito con la medaglia d’argento al valor militare.

Dal quel lontanissimo 22 gennaio 1911 di tempo ne è passato ma, nonostante l’impianto genovese abbia subito negli anni sostanziali modifiche, per gli sportivi della Città della Lanterna a sostegno del Genoa e della Sampdoria (sorta nel 1946 dalla fusione tra la Sampierdarenese e l’Andrea Doria), quello che è definito “il tempio del calcio” rappresenta un autentico simbolo. Basta pensare che, sul suo terreno, il Genoa ha conquistato gli ultimi suoi tre titoli di campione d’Italia, l’ultimo dei quali nel 1923-24, mentre la Sampdoria, guidata dall’indimenticato Vujadin Boskov, l’unico tricolore della sua storia nel 1990-91…