esagono nero.svg
rcsport-logo
rcsport-logo
search icon
ezgif.com-animated-gif-maker (1)

Il quotidiano online dello sport a Reggio Calabria e Provincia.

Associazione di promozione sociale Onlus EMITI.

Legale rappresentante Ornella Derna.
Direttore responsabile Rocco Calandruccio.

MAIN SPONSOR

ezgif.com-animated-gif-maker (1)
scarica-app-android-small-696x114

facebook
instagram
whatsapp
tiktok

2023 © RCsport.it - Tutti i diritti riservati. Associazione di promozione sociale Onlus EMITI. Reg. Trib. Palmi n° 1/18. Realizzato da VOLGO Agenzia Pubblicitaria

Mimmo Varrà ritorna a Rosarno dopo 14 anni

2024-04-05 21:00

Marco D'Agostino

CALCIO, Promozione, calcio, virtus rosarno, Mimmo Varrà,

Mimmo Varrà ritorna a Rosarno dopo 14 anni

“Sono contento di tornare a Rosarno, ma metto da parte le emozioni..."

mimmo-varra.jpeg

“La A.S.D. Virtus Rosarno comunica di aver trovato l’accordo con Mimmo Varrà per il ruolo di direttore sportivo, da svolgere a far data dal prossimo 1° luglio 2024”. È con queste parole che si apre il comunicato diramato questa mattina dalla società pianigiana, che ha ufficializzato il ritorno di Varrà a Rosarno dopo ben 14 anni. 

 

Di seguito sono esplicitati i dettagli del contratto e il ruolo momentaneo che Varrà andrà a ricoprire: “L’accordo con Varrà è di natura biennale, a dimostrazione ulteriore del programma che l’Asd Virtus Rosarno intende portare avanti, per migliorare ancora di più e riaccendere ulteriormente l’entusiasmo fra la tifoseria e la città. Una volta terminato l’attuale torneo, Varrà sarà così operativo per allestire una squadra che possa affrontare un torneo da protagonista assoluto, come nella tradizione del calcio amaranto. Nella fase attuale Varrà sarà operativo soltanto nell’ambito relativo all’individuazione dei calciatori da egli ritenuti funzionali al nuovo progetto e quindi sarà ufficialmente un tesserato dell’Asd Virtus Rosarno solo a far data dal 1° luglio 2024 e fino al 30 giugno del 2026”.

 

Il neodirettore della Virtus ha voluto rilasciare anche delle brevi dichiarazioni sul suo approdo, spiegando soprattutto cosa l’ha spinto ad accettare l’offerta: “Sono contento di tornare a Rosarno, ma metto da parte le emozioni perché devo da subito mettermi al lavoro per l’anno venturo. La prima cosa che ho fatto è stata guardare la tribuna dello stadio e immaginarla piena, magari di donne e bambini come negli ultimi tempi, in modo tale che vinca lo sport e che la domenica sia una giornata di festa. Avrò quanto prima un incontro coi tifosi perché mi piacerebbe instaurare con loro un rapporto leale. La città merita un'altra categoria, per questo il nostro obiettivo è tornare a vincere. Ho visto una società giovane, vogliosa e ben delineata nei ruoli ed è stato questo a spingermi ad accettare l’offerta.