esagono nero.svg
rcsport-logo
rcsport-logo
search icon
ezgif.com-animated-gif-maker (10)

Il quotidiano online dello sport a Reggio Calabria e Provincia.

Associazione di promozione sociale Onlus EMITI.

Legale rappresentante Ornella Derna.
Direttore responsabile Rocco Calandruccio.

MAIN SPONSOR

ezgif.com-animated-gif-maker (10)
scarica-app-android-small-696x114

facebook
instagram
whatsapp
tiktok

2023 © RCsport.it - Tutti i diritti riservati. Associazione di promozione sociale Onlus EMITI. Reg. Trib. Palmi n° 1/18. Realizzato da VOLGO Agenzia Pubblicitaria

Ferrari, dalle stelle alle stalle

2024-06-11 09:08

Rocco Trimboli

Altri Sport, GP di Canada, Max Verstappen, Re Bull, Mercedes, Norris , Mclaren, Russel,

Ferrari, dalle stelle alle stalle

Giornata nera per la Ferrari, sul podio Red Bull, Mclaren e Mercedes

gp-canada.jpeg

A Montreal, sede del GP di Canada torna alla vittoria Max Verstappen su Red Bull seguito da Norris su Mclaren, chiude il podio la Mercedes di Russell.
Gara a dir poco emozionante condizionata dalla pioggia iniziale la quale fa iniziare il GP con molta cautela da parte di tutti i piloti che scelgono di partire con gomma intermedia, tranne i due piloti Haas  Magnussen e Hulkenberg che scattano rispettivamente 14' e 19' con gomma da bagnato estremo.
Scelta che premia l'azzardo di una strategia diversa visto che i due con una vettura mediocre riescono a scalare la classifica facendo un sorpasso dietro l'altro e nel giro di tre tornate li vede al 4' e 8' posto con Norris in testa alla gara e Verstappen che insegue.
La gloria dei due piloti Haas finirà dal 5' giro in poi quando  le traiettorie della pista iniziano velocemente ad asciugarsi costringendoli ad un pit stop per la sostituzione degli pneumatici. 
Intanto i due ferraristi, Leclerc e Sainz annaspano a centro gruppo con una vettura mai all'altezza delle posizioni da vertice, dimostrando evidenti problemi di stabilità a basse temperature, per Leclerc anche la sfortuna di avere alcune noie meccaniche che lo costringeranno al ritiro a metà gara.
Stessa sorte per l'altra rossa di Sainz che parcheggia la monoposto ai box dopo un testacoda che lo porta alla collisione con un'altra vettura,  proprio nel suo momento migliore, ai piedi della zona punti ma con ben 4 vetture nel mirino che lo avrebbero potuto vedere in lotta per la 6' posizione.
 

Davanti succede un pò di tutto, è un botta e risposta tra il campione del mondo Verstappen, le Mclaren di Norris e Piastri e le 2 Mclaren di Russel ed Hamilton.
Vetture che a seconda delle condizioni meteo e dell'usura delle gomme cambiavano radicalmente comportamento in pista, con le arancioni Mclaren che sembravano volare nella prima parte di gara, poi ribaltano la situazione le Mercedes, ma alla fine grazie a qualche errore di troppo degli avversari è Verstappen a spuntarla, la stoffa del campione del mondo lo ha visto guidare in modo impeccabile nonostante una monoposto che forse non era la migliore in pista, ma che nelle proprie mani riesce a portarlo per primo sotto la bandiera a scacchi.
Giornata nera per la Ferrari che dopo aver trionfato a Monaco era arrivata a Montreal con l'intenzione di prolungare la striscia positiva di risultati, ma lascia i propri tifosi con l'amaro in bocca e con tanta voglia di riscatto in vista del  prossimo gran premio che si correrà il 23 giugno in Spagna, ultima gara di casa in tuta rossa per Carlos Sainz che vorrà sicuramente lasciare il segno alla guida di una Ferrari.