esagono nero.svg
rcsport-logo
rcsport-logo
search icon
animiertes-gif-von-online-umwandeln-de (3)

Il quotidiano online dello sport a Reggio Calabria e Provincia.

Associazione di promozione sociale Onlus EMITI.

Legale rappresentante Ornella Derna.
Direttore responsabile Rocco Calandruccio.

MAIN SPONSOR

animiertes-gif-von-online-umwandeln-de (3)
scarica-app-android-small-696x114

facebook
instagram
whatsapp
tiktok

2023 © RCsport.it - Tutti i diritti riservati. Associazione di promozione sociale Onlus EMITI. Reg. Trib. Palmi n° 1/18. Realizzato da VOLGO Agenzia Pubblicitaria

San Ferdinando – Jonica Siderno, intervista ai due tecnici

2023-05-02 12:08

Redazione

CALCIO, Terza Categoria,

San Ferdinando – Jonica Siderno, intervista ai due tecnici

Per la 16^ giornata di Terza Categoria scenderanno in campo al “Rocco Gambardella” di San Ferdinando le prime della classe. Il big match tra il San Fe

Per la 16^ giornata di Terza Categoria scenderanno in campo al “Rocco Gambardella” di San Ferdinando le prime della classe. Il big match tra il San Ferdinando e la Jonica Siderno vale tanto per il primato in classifica. Abbiamo sentito i due tecnici per capire come si stanno preparando all’incontro di domani.

Migliore difesa contro migliore attacco, cosa ne pensate?

Spanò: Credo sarà una bella partita equilibrata e dai toni agonistici alti come giusto che sia in una gara così importante

Costa: Non solo miglior difesa con miglior attacco, direi le migliori formazioni che hanno disputato un campionato da assolute protagoniste, staccando nettamente tutte le altre squadre, ad inizio stagione avevamo qualcosa in più noi come organico, poi abbiamo perso 3 4 giocatori di valore.

Nella gara di andata, cosa avete visto di positivo nella squadra avversaria?

Spanò: Certamente il Siderno è stato costruito per vincere questo campionato ha dei giocatori importanti di altra categoria e ha dimostrato di poter lottare fino in fondo”.

Costa: Una loro qualità importante credo sia stata il carattere, la mentalità, non mollano mai e ci credono fino alla fine.

Ci descrivi le caratteristiche positive della tua squadra?

Spanò: La mia squadra è partita in sordina, non avendo ambizioni di arrivare così in alto, squadra costruita in poco tempo grazie al gran lavoro della Dirigenza e del Ds Francesco Celi, ha dimostrato però grande compattezza e soprattutto la grande caratteristica di non mollare mai e per questo si è vinto qualche volta oltre al 90°, andata a Siderno compreso, per la grande preparazione atletica e tattica che con il mio staff abbiamo allestito. 

Costa: Noi siamo partiti per centrare il salto di categoria con una buona rosa, poi per infortuni o motivi di lavoro abbiamo perso giocatori di valore tecnico e carismatico ed abbiamo pagato queste mancanze ma siamo consapevoli di essere vicini all’obiettivo in quanto la seconda, visto il distacco sulla 5, sarà direttamente promossa senza disputare il play-off.

Cosa vuol dire per voi salire in Seconda Categoria?

Spanò: Per San Ferdinando la seconda categoria rappresenta un ritorno al passato, una grande tradizione calcistica e il minimo che possa ambire questa piccola comunità, avendo frequentato da sempre queste categorie arrivando a fare anche la Promozione.

Costa: Questa società, nata dalla vecchia dirigenza si è posta l’obiettivo non solo per la Seconda ma per categorie più importanti nei prossimi anni, sarebbe bello festeggiare sabato insieme a loro già promossi, ma sarà dura, per quello che hanno dimostrato in campionato, visto che hanno sempre vinto in casa.

Quanto conta il gruppo e quanto i singoli in una partita?

Spanò: Nel calcio ogni componente è importante, i singoli ti fanno vincere la partite ma il gruppo ti fa vincere i campionati.

Costa: Credo che le grandi squadre siano quelle in cui i singoli si mettono a disposizione del collettivo e non il contrario, se non c’è un gruppo coeso non si raggiungono obiettivi a lungo termine.

Che partita vorresti vedere sabato?

Spanò: Una partita leale, agonisticamente valida, che sia uno spettacolo per tutti.

Costa: Sarà una partita maschia, ad alta intensità come è giusto che sia, si giocherà per il prestigio del primo posto, entrambe ci ritroveremo il prossimo anno in Seconda, mi auguro a battagliare da protagoniste come quest’anno.

Uno dei gironi più equilibrati, avete destato curiosità anche oltre il vostro girone. Sei d’accordo?

Spanò: Sono d’accordo, la mia squadra è stata certamente la rivelazione del campionato. Tutti i ragazzi sono di San Ferdinando, abbiamo in rosa (circa 35 tesserati) giovani nati dal 2006 in poi, un mix di gioventù e qualche ragazzo esperto. Credo che abbiamo fatto vedere anche qualcosa di buono a livello di gioco e a livello di preparazione fisica, i ragazzi hanno meritato questo palcoscenico per l’impegno, la serietà e l’attaccamento ai colori sociali. La dirigenza, i tifosi tutti devono essere fieri di questi giovani calciatori, non dimenticando che la squadra sta lottando, essendo prima nella speciale classifica della Coppa Disciplina, a cui la dirigenza e lo staff tecnico tiene moltissimo.

Costa: Equilibrio per quanto riguarda la lotta playoff per il 3 e 4 posto, vedo Maropati favorito per la terza posizione, poi le altre con il Mammola che deve recuperare una partita.