esagono nero.svg
rcsport-logo
rcsport-logo
search icon
ezgif.com-animated-gif-maker (5)

Il quotidiano online dello sport a Reggio Calabria e Provincia.

Associazione di promozione sociale Onlus EMITI.

Legale rappresentante Ornella Derna.
Direttore responsabile Rocco Calandruccio.

MAIN SPONSOR

ezgif.com-animated-gif-maker (5)
scarica-app-android-small-696x114

facebook
instagram
whatsapp
tiktok

2023 © RCsport.it - Tutti i diritti riservati. Associazione di promozione sociale Onlus EMITI. Reg. Trib. Palmi n° 1/18. Realizzato da VOLGO Agenzia Pubblicitaria

Fu di un ex portiere la prima rete nel derby della Madonnina

2023-09-16 11:18

Francesco Lacquaniti

STORIE DI SPORT, SPORT SOTTO I RIFLETTORI, calcio, Inter, Storie di Sport, Sport sotto i riflettori, Milan , Attilio Trerè,

Fu di un ex portiere la prima rete nel derby della Madonnina

Attilio Trerè, il primo marcatore in assoluto nel derby di quella fredda domenica del 10 gennaio 1904

attilio-trerè-storie-di-sport.jpeg

Il derby della Madonnina che andrà in scena allo stadio Giuseppe Meazza di Milano sabato 16 settembre 2023 sarà il numero 238 della serie (il numero 201 considerando quelli giocati nello storico impianto milanese) con un bilancio che vede comandare l’Inter (89 vittorie e 329 reti segnate per i bauscia, 79 vittorie e 310 reti segnate per i casciavit… 69 i pareggi). 

 

Essendo una sfida che si gioca da oltre un secolo, andando molto a ritroso nel tempo (precisamente al 10 gennaio 1909) nel tabellino dei marcatori troviamo un calciatore (Attilio Trerè, o per meglio dire Trerè II per distiunguerlo dal fratello Alessandro anch’esso calciatore del Milan, soprannominato “Kaiser” per i baffi portati in maniera identica a quelli dell’imperatore tedesco Guglielmo II) passato alla storia per essere stato il primo marcatore in assoluto nel derby che in quella fredda domenica pomeriggio di quel gennaio di 114 anni orsono ne celebrò la sua prima ufficiale. Nato a Milano il 9 ottobre 1887, dopo aver mosso i primi passi con i milanesi del Sempione, nel 1905 approda al Milan dove (tranne le parentesi con l’Ausonia e con l’Aurora Pro Patria, con i bustocchi si alternerà tra campo e panchina) ci giocherà fino alla primavera del 1915 mettendo insieme 75 presenze e 19 reti conquistando 2 titoli di campione d’Italia (il primo come portiere). 

 

La sua carriera, che lo vedrà vestire anche la casacca azzurra 5 volte, si concluderà a soli 28 anni in seguito alle gravi ferite riportate nella “trincea delle frasche” sul Carso Isontino. Per la cronaca quel derby (si giocò in casa del Milan presso il Campo Milan di Porta Monforte) andò al Milan che avrebbe trovato la via della rete altre due volte con Lana e il tedesco Laich (Milan che fallì anche un calcio di rigore con l’altro tedesco in rosa Madler respintogli da Cocchi); del brasiliano Gama e dello svizzero Schuler le reti segnate dall’Inter per il definitivo 3-2.