esagono nero.svg
rcsport-logo
rcsport-logo
search icon
animiertes-gif-von-online-umwandeln-de (3)

Il quotidiano online dello sport a Reggio Calabria e Provincia.

Associazione di promozione sociale Onlus EMITI.

Legale rappresentante Ornella Derna.
Direttore responsabile Rocco Calandruccio.

MAIN SPONSOR

animiertes-gif-von-online-umwandeln-de (3)
scarica-app-android-small-696x114

facebook
instagram
whatsapp
tiktok

2023 © RCsport.it - Tutti i diritti riservati. Associazione di promozione sociale Onlus EMITI. Reg. Trib. Palmi n° 1/18. Realizzato da VOLGO Agenzia Pubblicitaria

Difficile trasferta per la Gioiese ad Acireale

2023-10-21 16:38

Maurizio Accordino

CALCIO, Serie D, serie d, Gioiese, Franco VIola, Acireale, De Sanzo,

Difficile trasferta per la Gioiese ad Acireale

Sarà la prima in panchina per il tecnico Viola sul terreno acese

gioiese---sancataldese-041023_66.jpeg

Impegnativa trasferta domani per la Gioiese, che tornerà in Sicilia per rendere visita all’insidioso Acireale, formazione ben organizzata e molto collaudata in serie D.

Sarà la prima in panchina per il tecnico Franco Viola, che domenica a Locri, contro la Reggina, ha seguito la gara dal tunnel degli spogliatoi. Il neo allenatore della Gioiese ha avuto l’intera settimana a disposizione per preparare questa difficile gara di domani, nella quale si proverà a fare punti in qualsiasi modo. La compagine viola deve necessariamente cominciare a far punti perché la classifica adesso comincia a preoccupare. Ultimamente la squadra è cresciuta molto sul piano delle prestazioni, ma i risultati continuano a non giungere, per cui Miliziano e compagni continuano ad occupare il penultimo posto a quota 3, in totale solitudine.

 

In settimana la società ha provveduto ad interrompere consensualmente i rapporti con altri due calciatori, il giovane difensore Gucciardi ed il centrocampista Ganassi, mai impiegato in questo primo scorcio di stagione. Il mister Viola, così, potrà lavorare con un gruppo di 21-22 calciatori fino alla riapertura del mercato, prevista a dicembre, quando si effettueranno quei correttivi per “aggiustare” definitivamente l’organico. Il neo trainer ha sicuramente espresso le sue valutazioni e fatto delle richieste alla società, in maniera tale da avviare l’operazione “salvezza”.

 

Per domani ci sarà sicuramente qualche novità di formazione, a causa dell’indisponibilità del centrocampista Corso, al cui posto dovrebbe essere schierato Ferrante. Da capire, inoltre, se mister Viola riproporrà il tridente di domenica in avanti, o opterà per un più abbottonato 4-4-2, con coppia offensiva che dovrebbe essere composta da De Marco e Moscardi. Dovrebbe tornare tra i convocati il combattivo attaccante Romano, mentre potrebbe esserci la prima convocazione per l’ultimo acquisto, l’attaccante serbo Masrak.

 

Sul fronte Acireale, va tenuto conto che i granata del calabrese De Sanzo giocheranno la terza gara in una settimana, essendo reduci dal pari casalingo di mercoledì contro la Reggina. In casa hanno fin qui vinto con San Luca e Portici e pareggiato con gli amaranto di Trocini. In trasferta, invece, hanno vinto a Barcellona e perso a Lamezia, Siracusa e Licata.

I punti di forza degli acesi sono il difensore e capitano Maltese, giunto quest’anno dalla Sancataldese, difensore col vizietto del gol su palle inattive, uno dei migliori del girone, così come tra i migliori del torneo è il portiere Zizzania, classe 2004. In difesa agiscono anche il cinquefrondese Sirimarco ed il crotonese Germinio (ex  Rende in serie C), mentre in avanti agiranno sicuramente Romano ed uno tra Montaperto e lo juniores De Mutiis. Saranno assenti gli infortunati Savanarola e Lucchese, mentre l’attaccante Cicirello, non al top, partirà dalla panchina.

Mercoledì l’Acireale ha trovato il vantaggio nel primo tempo contro la Reggina, tirando poi i remi in barca, venendo raggiunto nella ripresa e rischiando anche di perdere. Gli acesi si sono affidati alle ripartenze, senza mai rendersi pericolosi, Sono, comunque, una squadra ben organizzata, con buona circolazione di palla ed hanno una buona tifoseria, con lo zoccolo duro della curva sud sempre numerosa.

 

Il match si giocherà allo stadio “Tupparello”, ora ribattezzato Aci e Galatea, dove i granata disputarono anche la serie B. E’ sicuramente il miglior impianto del girone, insieme al Granillo ed al Provinciale di Trapani.

La Gioiese scenderà per la prima volta in campo in questo stadio, anche se non è la prima volta che Gioiese ed Acireale si incontrano in campionato.

 

Le due formazioni militarono insieme, in serie C, nel 1947-’48, e al termine del torneo la Gioiese retrocesse in Promozione, avendo chiuso a quota 29 il campionato. L’Acireale, invece, si piazzò al quarto posto a quota 34, insieme ad Arsenale Messina e Trapani e salvò la categoria.

A distanza di 29 anni, nel 1976-’77, le due squadre si ritrovarono in serie D, nella stagione in cui la Gioiese finì in Promozione (dopo 5 anni di serie D) e si registrarono due successi granata. Ad Acireale (si giocava nel vecchio stadio) finì 3-0 per i padroni di casa, a segno con Petraccini al 41’, con l’ex Scoppa all’80’ e con Del Fabbro all’83’. Fu comunque una gara condizionata dall’espulsione del difensore viola Laganà al 39’ del primo tempo, che spianò la strada ai siciliani. Al ritorno a Gioia Tauro finì 4-3 per l’Acireale, con gol di Del Fabbro al 22’, pareggio di Sorbara al 25’,  poi i gol di Toniutto al 43’, di Fiore al 45’, ancora di Del Fabbro al 52’ e poi l’inutile doppietta di Babuscia II al 63’ ed 88’.

Al ritorno in serie D dei viola (dopo 3 anni di Promozione), l’ultimo doppio confronto tra Gioiese ed Acireale, che manca quindi da ben 43 stagioni. Era il 1980 –’81 ed al “Cesare Giordano” vinse l’Acireale con doppietta di Gigi Marulla in 2’ (76’ e 78’). Quella sconfitta costò cara al trainer Arfuso, sostituito poi da mister Pavoni. Al ritorno (1-2-1981) la gara finì in parità (0-0) e si disputò sul neutro del “De Simone” di Siracusa. Quell’anno Gioiese ed Acireale chiusero al quarto posto, appaiate a 40 punti, insieme alla Nissa. 

 

Nella foto in basso un trafiletto di un quotidiano dell'ultima volta di Acireale - Gioiese (1-2-1981), su campo neutro di Siracusa

lultima-volta-di-acireale--gioiese-(1-2-1981)-campo-neutro di siracusa.jpeg